La musica unisce Reggio e Chișinău

  • La musica unisce Reggio e Chișinău

    Si è tenuto domenica scorsa 22 ottobre, a Reggio Emilia nella chiesa di San Francesco da Paola di Ospizio e nell’ambito della rassegna Soli Deo Gloria, il concerto del ventisettenne organista Mihail Strezev, giovane concertistica moldavo, ma che, nonostante la sua giovane età, non solo è già interprete affermato a livello internazionale ma è anche l’organista titolare responsabile del monumentale organo a canne dell’Auditorium Chişinău, città capitale della Moldavia. Questo Auditorium, per l’importanza dell’ubicazione dello strumento, si chiama proprio la Sala dell’Organo (Sala cu Orgă – Centrul Naţional al Muzicii din Chişinau). Il concerto reggiano dell’organista Mihail Strezev, dedicato ai coniugi reggiani Mariagrazia e Paolo Simonazzi, benefattori della nostra Città, è stato un breve ma intenso momento per rinvigorire il gemellaggio, sancito nel 1989, fra le città di Reggio Emilia e Chişinău.
    Strezev attraverso un ricco, complesso e virtuosistico programma dedicato a Bach e Boëllmann ha saputo valorizzare la ricca tavolozza timbrica dell’organo meccanico, costruito da Pierpaolo Bigi ubicato in San Francesco da Paola, con assoluta padronanza tecnica e grande musicalità, conquistando così il folto pubblico accorso al concerto, parte del quale era costituito dalla numerosa comunità moldava presente nella nostra Città.