Primavera senza razzismo

  • Primavera senza razzismo

    Nonostante il meteo non la preannunci ancora, mercoledì sarà il primo giorno di Primavera e si festeggia la Giornata internazionale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali. La Giornata, istituita dalle Nazioni Unite nel 2005 in memoria del massacro di Sharpeville (Sud Africa) in cui morirono 69 persone durante una manifestazione pacifica contro un decreto governativo che prevedeva l’istituzione di un “lasciapassare” per le persone di colore, sarà commemorata anche nel Comune di Reggio Emilia con le iniziative di Primavera senza razzismo.

    Primo appuntamento alle ore 21 alla Polveriera con Dialogo, Coesione, Pluralità. Tra il passato e il presente d’Europa. Non è più quello che era: la morte, l’odio, l’oblio in Bosnia-Erzegovina.

    Dopo il saluto di Serena Foracchia, Assessore alla Città Internazionale, Valerio Maramotti, Presidente consorzio Oscar Romero e Andrea Cortesi, Direttore Iscos Emilia-Romagna, seguiranno le testimonianze di Luca Leone, scrittore, Bakira Hašecic, Associazione donne vittime di guerra di Sarajevo, Kanita Focak, architetto, Andrea Sirianni, Cisl Emilia Centrale. A seguire sarà proiettato il docufilm Non è più quello che era sul Viaggio della Memoria in Bosnia-Erzegovina, regia di Marcella Menozzi.

    Qui il programma completo

    Primavera senza razzismo